Cultura in rete

Marotta&Cafiero, editori nel Web

Questa intervista la dedico al signor Mimmo e al signor Flavio, due anziani conosciuti ieri in autobus, i quali hanno discusso a lungo su quanto i giovani di oggi siano sfaticati, maleducati e privi di valori.

Lo scorso maggio ho conosciuto al Salone del Libro una realtà che mi ha affascinato molto, una casa editrice alla cui guida ci sono due ventenni: la Marotta&Cafiero edizioni.

Gli editori sono: Rosario Esposito La Rossa e Maddalena Stornaiuolo.

Rosario, 24 anni, oltre che essere editore è scrittore e drammaturgo.
Maddalena, 25 anni, è attrice; assieme a Rosario è anche editrice di Marotta&Cafiero e, dal 2010, co-fondatrice di VoDiSca teatro, compagnia teatrale.

20130704-221440.jpg

Finalmente qualche giorno fa sono riuscita ad intervistare Rosario, e il mio interesse per il loro lavoro è diventato vero entusiasmo.

Se avete fretta rimandate la lettura di questo post, perché non ho intenzione di tralasciare alcun aspetto di questa storia, che ritengo davvero esemplare.

Da un lutto ad un dono
Partiamo dall’inizio, e l’inizio purtroppo è un episodio luttuoso.

Nel 2004, muore a Scampia un giovane disabile di 25 anni, vittima innocente di una guerra di camorra. È il cugino di Rosario, al quale lo scrittore, in seguito al tragico episodio, dedica il libro “Al di là della neve” pubblicato nel 2006 da Marotta&Cafiero Ed.; i proprietari allora erano Tommaso Marotta ed Anna Cafiero.

“Attraverso questo progetto si instaura tra me e gli editori un rapporto bellissimo e molto intenso, di piena fiducia, in virtù del quale riceverò in dono la casa editrice nel 2010, quando Tommaso ed Anna decidono di intraprendere un nuovo percorso imprenditoriale in Francia” mi racconta Rosario ” una generazione di sessantenni che decide di credere nei giovani e di investire con loro. Un gesto splendido”.

“La casa editrice nasce nel 1959, ha pubblicato nomi importanti tipo André Gide e il teologo della liberazione Ernesto Cardenal. Si trattava di una casa editrice elitaria, che pubblicava solo testi altamente selezionati e che aveva sede a Posillipo, uno dei quartieri più prestigiosi della città.”

Marotta&Cafiero, i nuovi editori
La gestione di Rosario e Maddalena è ben diversa: ” da casa editrice elitaria l’abbiamo trasformata in una casa editrice underground” precisa Rosario.
Cambia la sede, da Posillipo a Scampia, precisamente in via Andrea Pazienza, bella coincidenza, no?

In secondo luogo, i giovani editori decidono di pubblicare tutti i loro libri in Creativ Commons; una scelta davvero coraggiosa in tempi in cui sono in atto grandi cambiamenti per il mondo dell’editoria.

Alla mia domanda sui motivi che li ha spinti a decidere di pubblicare in CC, Rosario mi ha risposto:

“Abbiamo deciso di fare questo in primo luogo per lanciare un messaggio: è importante che tutti abbiano la possibilità di accedere liberamente alla cultura. Noi pubblichiamo anche libri che parlano di beni comuni, ci sembra assurdo parlare di questo e non dare al pubblico la possibilità di condividerlo gratuitamente.
Inoltre abbiamo notato che l’80% di chi scarica il libro dopo lo compra.
Per gli stessi motivi i nostri libri non costano mai più di 10 euro, perchè ritengo che oltre questa cifra il libro diventi elitario.”

Un esperimento che sta dando degli ottimi risultati, visto che da settembre la casa editrice sarà anche un’etichetta musicale che pubblicherà CD in CC.

Stessa filosofia anche per i testi teatrali, tutti on-line per essere condivisi.

Attualmente il sito è in costruzione, per realizzare un portale che possa contenere tutto e al tempo stesso essere facilmente navigabile.

La campagna crowdfunding
” Siamo partiti con 15€, e per finanziarci abbiamo intrapreso un percorso di raccolta fondi tramite il web. Abbiamo raccolto 28.000€; non è tanto, ma ci hanno permesso di iniziare. Non si tratta di beneficenza, ma di produrre cultura insieme, in un processo partecipativo che coinvolge tutti. Oggi Siamo in attivo, abbiamo prodotto 30 libri in 30 mesi, quando in genere la media è 1 libro ogni tre mesi.”

20130704-220308.jpg

L’impegno civile e quello ambientale, il libro a Km.0
L’ Impegno anti-camorra della casa editrice è “certificato” dal marchio pizzo-free, rilasciato dal movimento antimafia nato a Palermo “ Addio pizzo” alle aziende che si impegnano a promuovere la legalità. Le imprese riconosciute come “pizzo-free” non pagano il “pizzo” alla criminalità locale.

Ma l’impegno civile dei due editori non finisce qui, infatti sono diverse le iniziative di solidarietà che la casa editrice porta avanti insieme ad altre associazioni di quartiere.
Come ad esempio il progetto legato al libro “Nuovi italiani”, un volume che sviluppa i temi dell’immigrazione in Italia.
Il trenta per cento del ricavato viene devoluto ad un’associazione che si occupa di insegnare italiano agli stranieri, così da prepararli a sostenere l’esame di lingua italiana. Ogni dieci libri venduti, si raggiunge la quota necessaria per l’iscrizione di un immigrato all’associazione.

Nell’intervista Rosario mi racconta anche del loro impegno nei confronti dell’ambiente: i libri pubblicati sono realizzati solo con carta riciclata (“..e non carta proveniente da foreste certificate FSC”! ),
Inchiostri non inquinanti e la stampa è affidata a tipografie locali, al fine di sostenere la filiera locale dell’editoria.

Non mi sembrano tutti così sfaticati, questi giovani di oggi, voi cosa ne pensate?

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...