Cultura in rete

500 giovani per la cultura, io non dissento

Da pochi giorni è uscito il bando ufficiale del Mibact “500 giovani per la cultura“.

Il Ministro Massimo Bray lo ha annunciato anche attraverso il suo account Twitter.

image

Il bando avvia ufficialmente la procedura concorsuale pubblica per la selezione di 500 giovani laureati da formare, per la durata di dodici mesi, nelle attività di inventariazione e digitalizzazione del patrimonio culturale italiano, presso gli istituti e i luoghi di cultura statali.

In breve i punti salienti del bando.

REQUISITI PER PARTECIPARE ALLA SELEZIONE

  • Laureati che alla data di entrata in vigore del decreto legge 8 agosto 2013 non abbiano compiuto trentacinque anni.
  • Diploma di laurea conseguito con il voto minimo di 110/110.
  • Certificazione Internazionale delle competenze linguistiche di livello B2 della lingua inglese
  • Possesso della cittadinanza italiana
  • Godimento dei diritti civili e politici
  • Assenza di condanne penali

Nell’allegato 1 troverete il numero di posti disponibili in ogni Regione e l’ambito disciplinare dei giovani da selezionare.

Nel secondo allegato sono elencati i punteggi attribuiti ai diversi requisiti richiesti.

Nell’allegato 3 sono elencate tutte le classi di laurea e i relativi codici.

Non sono richieste solo competenze umanistiche, ma anche competenze in ambito informatico, tecnico e gestionale.

Le domande devono pervenire in via telematica entro il 21/01/2014 alle ore 14.00.

Il candidato deve allegare alla domanda il proprio CV, nel quale siano evidenziati il titolo di studio e i requisiti richiesti.

Coloro che superano una prima selezione per titolo sono ammessi ad un test con quiz a risposta multipla.

Al termine della procedura, saranno ammessi al programma formativo coloro che otterranno un punteggio utile al contingente previsto dalla Regione in cui sono candidati.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DEL PROGRAMMA FORMATIVO E DURATA

I ragazzi selezionati saranno formati per dodici mesi presso gli istituti e i luoghi della cultura statali individuati dall’Amministrazione e si occuperanno dell’inventariazione e della digitalizzazione del patrimonio culturale italiano.

L’impegno orario del giovane da formare non potrà essere inferiore alle 30 ore settimanali e superiore alle 35 ore settimanali.

Il programma formativo non dà luogo in alcun modo ad un rapporto di lavoro subordinato, quindi non è applicabile la normativa prevista per quel tipo di contratto.

Il candidato selezionato non può ricoprire i ruoli necessari all’organizzazione dell’istituto presso il quale svolge la sua formazione, nè sostituire il personale in caso di malattie e assenze di vario genere.

Al termine del programma formativo viene rilasciato un attestato di partecipazione a coloro che hanno portato a termine il progetto; suddetto attestato è valutabile per eventuali procedure selettive del Mibact.

INDENNITÀ DI PARTECIPAZIONE DEL PROGRAMMA SELETTIVO

Per i candidati ammessi al programma formativo è prevista la corresponsione di un’indennità di partecipazione: 5.000€ annui.

Si tratta di una cifra al lordo e comprensiva anche della quota assicurativa.

Qui finisce la cronaca e divampa la polemica.

Su Twitter l’hashtag scelto per protestare è #500schiavi

Su Facebook potete cercare la pagina 500 NO al Mibact

Ad infuriarsi sono tutti i professionisti che lavorano oggi nel mondo della cultura, con, come ho rilevato dai tweet, una forte presenza di archeologi.

Capisco bene la loro rabbia, è molto duro fare l’archeologo in Italia.

Un lavoro faticoso e spesso mal pagato.

Riporto alcuni tweet significativi

image

image

image

image

image

Attraverso  le pagine de “L’Unità“, il presidente della Confederazione Italiana Archeologi, Alessandro Pintucci, ha scritto una lettera di dissenso indirizzata al Ministro Bray.

È in corso una petizione nei confronti del Provvedimento del Ministero.

E, infine, come si legge in un tweet allegato, l’11 gennaio 2014 è prevista una manifestazione di protesta.

Credo che, per ora, il grosso del fronte della protesta sia questo.

Non ho riportato i blogger che avranno scritto in merito, come anche tanti altri articoli. Perdonatemi.

Io, invece, non sono affatto d’accordo con la polemica.

Conosco e condivido il risentimento di tutti coloro che lavorano nel settore culturale e che subiscono la frustrazione di lavori non riconosciuti e spesso sottopagati.

Ma non posso credere che ancora ci sia chi si sorprende che il Mibact non offra assunzioni.

Siamo in crisi ragazzi miei, smettetela di aspettarvi assunzioni. Non è assolutamente il momento storico per parlare in questi termini.

Il Ministero offre un PROGRAMMA FORMATIVO, che dà la possibilità ai giovani selezionati di acquisire importanti CAPACITÀ DIGITALI, fondamentali oggi nel mondo del lavoro e ancor di più nel settore cultura.

Probabilmente poca cosa per un trentenne, che ha concluso un master per il quale ha pagato, dopo uno stage gratuito, e attualmente disoccupato.

Ma potrebbe essere un progetto interessante per un giovane laureato. Anziché un master, potrebbe scegliere questo percorso, che non mi pare da buttar via.

Il vostro primo lavoro da giovani laureati come è stato?

Il mio primo lavoro vero dopo la laurea è stato un apprendistato di un anno.

Ho ancora le buste paga: prendevo poco più di 400€ e lavoravo 40 ore settimanali in un cantiere di restauro all’aperto.

Finito il periodo di formazione, ho iniziato a lavorare come professionista con contratti diversi.

Non bisogna illudersi, sono tempi difficili, e questa non mi sembra un’iniziativa da rifiutare tout court.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...